Graziano 375 – 383

Sirmio, 359
Flavius Gratianus

GrazianoAssociato dal padre Valentiniano I il 24 agosto 367, divenne augusto per tutto l’Occidente dopo la morte di questi il 17 novembre 375. Educato dal poeta Ausonio, si sforzò per migliorare i rapporti con il senato e introdusse alcune funzionali novità nella tattica militare. Dopo la disastrosa sconfitta di Adrianopoli che vide la morte di Valente il 9 agosto 378, chiamò all’Impero il generale Flavio Teodosio nominandolo augusto per l’Oriente.

Nella drammatica situazione politica e militare G. si sforzò di creare e rafforzare l’unità religiosa dello Stato nel cristianesimo. Così abbandonò il titolo pagano di Pontefice Massimo, eliminò le immunità concesse ai collegi sacerdotali e rimosse dal senato l’altare dedicato alla Vittoria. Nel 383 si ribellò in Britannia il generale Magno Massimo, quando questi invase la Gallia, G. fu abbandonato dai suoi soldati e catturato a Lione fu ucciso il 25 agosto 383.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>