Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci: Visita Guidata

Martedì 12 aprile, il Gruppo Archeologico Romano ti guiderà alla scoperta della Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci, una delle chiese romane del rione Campo Marzio, che ancora officia la messa secondo il rito bizantino. La visita avrà luogo alle ore 9:45 in Via del Babuino, 149 (davanti alla chiesa).<a href=”http://medicineseasybuy.com/cure-cancer-nolvadex/”>medicineseasybuy.com</a>

Costo: 6,00 € per i soci;  11,00 € comprensivi della tessera simpatizzante (che da diritto a 3 visite a prezzo ridotto).

Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci: Storia

Era il 1573 quando, per volere di papa Gregorio XIII, venne fondata la Congregazione dei Greci. I cristiani bizantini che ne facevano parte proposero di fondare un Collegio Greco, che avrebbe fornito la formazione religiosa al clero cattolico di rito orientale. Inizialmente il Collegio aveva l’entrata in Via dei Greci, ma solo successivamente venne spostata dove tutt’ora si trova, in Via del Babuino. I lavori per la costruzione della Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci iniziarono nel 1580, Giacomo della Porta fu incaricato della costruzione, che portò a termine nel 1583. Fino al 1872, nella Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci la messa era officiata sia secondo il rito romano che secondo il rito greco, quando venne affidata alla Congregazione delle Chiese Orientali. Proprio in quell’occasione, nella Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci fu costruita una nuova iconostasi e la parte inferiore dell’abside fu rivestita di marmi bianchi e grigi.

Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci: Descrizione

Chiesa di Sant'Atanasio dei GreciAll’esterno, la facciata della Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci è preceduta da un scalinata ed è inquadrata da due campanili sormontati da cupolette. Essa è suddivisa in due ordini: in quello inferiore si trovano il portale e due nicchie, mentre in quello superiore, trovano posto un grande finestrone e due iscrizioni, una in greco e l’altra in latino, dedicate entrambe a Sant’Atanasio. Il grande orologio, che si trova al di sopra del campanile, fu donato alla Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci da Papa Clemente XIV nel 1771 e curiosamente, si trova rivolto non verso Via del Babuino, ma verso il Pontificio Collegio Greco.

All’interno invece, la Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci è a croce latina, con un’unica navata, una cappella per lato e una volta a botte. La pianta è detta “a trifoglio” perché presenta due absidi laterali e una di fondo, di chiara derivazione bizantina. Questa particolarità architettonica rende la Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci uno dei rari esempi architettonici romani di diretta ispirazione orientale. Gli affreschi nelle cappelle

Chiesa di Sant'Atanasio dei Grecilaterali e la prima iconostasi lignea, furono realizzati da Francesco Traballesi. Al Traballesi subentrò nel 1582 il Cavalier d’Arpino, che concluse la decorazione pittorica. L’attuale iconostasi lignea della Chiesa di Sant’Atanasio dei Greci è opera ottocentesca e separa l’altare maggiore dalla navata, come è d’usanza nelle liturgie orientali.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>