Visita guidata

Gli ultimi decenni dell’impero romano erano stati segnati dalle invasioni barbariche, cioè la penetrazione in massa di popolazioni germaniche che si stabilirono in territorio romano. Con il definitivo crollo dell’impero, esse fondarono propri regni di fatto indipendenti, chiamati regni romano-barbarici: gli Ostrogoti in Italia (493-535), i Franchi in Gallia (Francia), i Visigoti in Spagna.

Dopo una lunga guerra contro gli Ostrogoti (535-554), l’imperatore d’Oriente Giustiniano I riuscì a riconquistare la penisola, che tornò così temporaneamente all’unità romana (554-568); poco dopo la sua morte, però, Costantinopoli si trovò ad affrontare l’invasione dei Longobardi che, dal 568 al 572, conquistarono quasi tutta l’Italia settentrionale e centrale, dove costituirono un Regno Longobardo (572-774). Il resto della penisola (Roma inclusa) continuò invece a far parte dei possessi bizantini dell’Impero Romano d’Oriente.

È sullo sfondo di questo panorama che Roma cominciò ad assumere un nuovo ruolo: non più capitale di un impero, ma centro del cristianesimo, in quanto sede del Papato. In questo modo la città riacquistò sul piano religioso e culturale quell’importanza che aveva perduto sul piano politico.

L’autorità della Chiesa crebbe poi sempre di più fino a trasformarsi in potere politico: grazie all’appoggio militare dei Franchi, alcuni territori dell’Italia centrale, inclusa Roma, passarono al papa: nasceva così, nel 756, lo Stato Pontificio. Roma ne divenne la capitale e da questo momento la sua storia si identifica totalmente con quella del nuovo Stato.

Prenotazione obbligatoria entro mercoledì 16 settembre

Sabato 19 settembre 2020

Responsabile: Bepi Fort

Costo: € 8,00

Tutti i partecipanti dovranno rispettare le norme di sicurezza Coronavirus previste dalle vigenti disposizioni di legge.

Info e prenotazioni in segreteria.

Il luogo incontro è soggetto a conferma all’atto della prenotazione.

Luogo Incontro: Bocca della Verità – Roma – Ore: 09:30