Visita guidata

In cima ad uno dei mitici sette colli di Roma, il Celio, si trova una delle basiliche più antiche e straordinarie della città: Santo Stefano Rotondo. La sua pianta a croce greca con tre cerchi concentrici la rende un unicum e la assimila al Santo Sepolcro di Gerusalemme. Gli scavi, effettuati nel 1973, hanno portato alla scoperta di un santuario dedicato al dio Mitra, che presentava una statua marmorea del dio con accanto una piccola vasca piena di ossa di gallo e numerose epigrafi di militari fedeli alla divinità. Impressionanti affreschi, realizzati nel XVI-XVII secolo dal Pomarancio e dal Tempesta, si stagliano sulle pareti e ben riflettono lo spirito della Controriforma. Vengono infatti esaltati il martirio e il terrore delle punizioni inflitte ai cristiani, rappresentate qui in ogni modo. Si possono vedere santi e martiri divorati da belve feroci, affogati, bolliti, bruciati, accecati, storpiati e martoriati.

Successivamente faremo una breve tappa nell’adiacente Villa Celimontana, voluta dal duca Ciriaco Mattei che, nel XVI secolo, fece trasformare quella che era una vigna in un vero e proprio parco dove si trovavano anche tre giardini segreti con sculture antiche, fontane e aranci amari, e un obelisco egiziano proveniente dalla zona dell’Ara Coeli.

Domenica 1 novembre 2020, ore 15:15

Prenotazione obbligatoria entro il 29 ottobre.

Numero posti limitato: max 15 persone. Si prega di prenotarsi per tempo.

Responsabile: Dott.ssa Martina Grillone

Costo: € 10,00

Tutti i partecipanti dovranno rispettare le norme di sicurezza Coronavirus previste dalle vigenti disposizioni di legge.

A prescindere dal numero di iscritti, sarà richiesto un supplemento di € 3,00 per la prenotazione obbligatoria dei dispositivi radio necessari al distanziamento fra le persone.

Info e prenotazioni in segreteria.

Il luogo incontro è soggetto a conferma all’atto della prenotazione.

Luogo Incontro: Via di Santo Stefano Rotondo, 7 – Roma – Ore: 15:15