Sibille e Libri sibillini

Lezione on line

La sacerdotessa di Apollo, che in esametri greci pronunciava le sue profezie, è da sempre una delle figure più affascinanti della mitologia classica. Secondo Varrone il termine Σίβυλλα deriverebbe dalla forma dorica σιοὺς (dio) e da quella eolica βυλὴν (consiglio). La parola “Sibilla” indicherebbe perciò la manifestazione della volontà (βυλὴν) divina (σιοὺς). L’oracolo, in base alla leggenda, viveva in un antro, e, in stato di trance, scriveva le sue profezie su foglie che il vento disperdeva e che si dovevano poi raccogliere e cercare di interpretare. In epoca romana il culto della Sibilla era già attivo nel VI secolo a.C., come testimonia la tradizione secondo cui Tarquinio Prisco affidò i cosiddetti “Libri sibillini” ad un collegio di sacerdoti, i quali in caso di pericolo consultavano i testi, nei quali erano scritti fati e rimedi per la città di Roma.

Prenotazione obbligatoria

Martedì 23 giugno 2020, ore 17:00 – 19:00

Relatore: Dott.ssa Martina Grillone

Costo: € 15,00

Dove: dal divano di casa

Chiusura iscrizioni: 19 giugno

La lezione verrà tenuta on line, per partecipare sarà sufficiente seguire queste istruzioni:

1 – Contatta la segreteria scrivendo una mail all’indirizzo di posta info@gruppoarcheologico.it
2 – Effettua il bonifico entro due giorni lavorativi dall’inizio della lezione ed invia in contemporanea la ricevuta di pagamento alla segreteria.
3 – Scarica Skype e clicca sul link che verrà fornito dalla segreteria.

 

Luogo Incontro: - Roma - Ore: 17:00

Aggiungi al Calenderio Google Aggiungi al calendario Apple

Leave a Reply

Theme by Anders Norén