La donna Greca: da Pandora a Ipazia

Corso di Giuseppina Ghini

Da lunedì 12 aprile 2021, ore 18:00

Costo € 30,00

Lezione singola € 6,00

Se il mondo romano ci ha consegnato figure femminili che, pur influenzate da innegabili pregiudizi, sono più vicine alla nostra realtà, le donne greche sono costrette entro pregiudizi che le vedono eroine, maghe, mogli noiose, vendicatrici, etere, insomma legate a stereotipi che non rendono giustizia alla loro reale natura.

Per la donna greca ci mancano molti testi storici o epigrafici, che invece abbiamo per quella romana e per questo l’immagine che ci è pervenuta è quella del mito e della letteratura antica, popolati, fra le tante, da Elena, Penelope, Medea, Circe, le Sirene, creature volitive, fragili, incerte, combattute, donne d’amore, di dolore, di seduzione, donne inquiete, pazienti, vendicatrici, fascinatrici, costrette in destini di sofferenza, spesso “predestinate”, artefici o vittime degli orgogli e delle presunzioni maschili, che comunque si ritagliano spazi nei quali essere protagoniste.

La molteplicità delle figure della letteratura e del mito, rappresenta in modo seppur fantasioso una reale molteplicità femminile, legata alle differenze fra i soggetti. Ma proprio queste differenze, per l’unicità del ruolo sociale che si attribuisce alla donna, sono il bersaglio della cultura dominante greca che, negando alla donna la caratteristica di “soggetto”, tende a descriverla attraverso pesanti stereotipi: la donna è volubile, instabile, emotiva, mentre l’uomo è razionale, saggio, adatto all’esercizio del potere, anche secondo filosofi della statura di Aristotele.

Contrastando questi stereotipi, i più recenti studi stanno delineando la figura di una donna greca più reale, più vicina a noi, con tutti i limiti di una società evoluta ma sostanzialmente misogina quale era quella greca. Cercheremo, attraverso un breve ciclo di 6 incontri, di fare luce sulla donna greca e sulla sua reale natura.

Lezioni

1 – Pandora, alle origini delle discriminazioni di genere
2 – Le regine: Ecuba, Clitennestra, Elena, Penelope. Mogli di eroi ma non solo
3 – Le eroine: Hydna di Sicione, Alcesti
4 – Le poetesse: Saffo, Anyte, Telesilla
5 – Le cortigiane: Frine, Aspasia, Philaenis
6 – Le filosofe: Arete, Hipparchia, Tymache, Ipazia

Prenotazione obbligatoria entro il 7 aprile

Il corso potrà essere seguito solo tramite collegamento Skype.

Per partecipare segui queste istruzioni:

1 – Contatta la segreteria scrivendo una mail all’indirizzo di posta info@gruppoarcheologico.it specificando il corso scelto.
2 – Modalità di pagamento on line – Effettua il bonifico entro due giorni lavorativi dall’inizio del corso ed invia in contemporanea la ricevuta di pagamento alla segreteria.
3 – Scarica Skype e clicca sul link che verrà fornito dalla segreteria.

 

Luogo Incontro: - Roma - Ore: 18:00

Aggiungi al Calenderio Google Aggiungi al calendario Apple

Leave a Reply

Theme by Anders Norén