A cena con Tutankhamon: cosa mangiavano gli antichi egizi

 

Lezione on line

Alti, magri, slanciati: così gli antichi egizi amavano raffigurare se stessi nei dipinti e bassorilievi giunti fino a noi. La loro dieta, stando ai corredi funerari delle tombe e al racconto degli storiografi, risulta essere quanto di più salutare e variegata. Gli egizi, narra Erodoto, “mangiano pani di vario tipo, mangiano uccelli, mangiano i pesci o crudi, seccati al sole, o salati, traendoli dalla salamoia; bevono un vino fatto con l’orzo, perché nel loro paese non ci sono vigne.”

Gli egizi possono essere considerati poi i primi apicoltori della storia: il miele, sebbene fosse un alimento destinato solo alle caste più elevate, veniva impiegato sia per scopi medicinali che per valenze rituali. Una volta nell’aldilà, il “ka” o energia vitale, superati i pericoli del giudizio divino e giunto in paradiso, poteva vivere finalmente circondato da animali commestibili e un paesaggio di vigneti, frutteti e campi di grano fiorenti. Il premio finale consisteva in lauti banchetti dove il defunto poteva essere servito e riverito da uno stuolo di servitù!

Prenotazione obbligatoria

Giovedì 30 aprile 2020, ore 17:00 – 18:00

Relatore: Dott.ssa Martina Grillone

Costo: € 6,00

Dove: dal divano di casa

Chiusura iscrizioni: 9 aprile

La lezione verrà tenuta on line, per partecipare sarà sufficiente seguire queste istruzioni:

1 – Contatta la segreteria scrivendo una mail all’indirizzo di posta info@gruppoarcheologico.it
2 – Effettua il bonifico entro due giorni dall’inizio della lezione ed invia in contemporanea la ricevuta di pagamento alla segreteria.
3 – Scarica Skype e clicca sul link che verrà fornito dalla segreteria.

 

Luogo Incontro: - Roma - Ore: 17:00

Aggiungi al Calenderio Google Aggiungi al calendario Apple

Leave a Reply

Theme by Anders Norén